Ristorante L’Imbuto. Lucca

Ristorante L’Imbuto Via Della Fratta, 36, 55100, Lucca, Italia Tel. 0583 491280

Estrosità dentro un museo che racchiude un angolo di cucina.

La passione verso le materie prime da cercare da solo, da trovare, capire e fare sue per farle sposare. Dalla carne al pesce fino alle erbe della sua Camaiore che raccoglie con le proprie mani. Cristiano Tomei.

La sua estrosità diventa naturalezza del sapore.

La sorpresa. Ogni piatto. Ogni colore. Ogni profumo.

Non ci si annoia. Un piatto non dura più di tre minuti e avanti un’altra sorpresa così nemmeno lui si annoia.

Le pareti di questo museo cambiano spesso come i suoi piatti e quello che è in mostra e innovativo ora, viene stravolto domani, per trovare altro anzi provare altro. 

Ovviamente ricerca, mai come in questa stanza mi è arrivata alla mente, all’occhio e alla gola la ricerca.

Tutto sembra pazzo illogico ma nulla lo è, c’è lo studio della semplicità del sapore da unire accostare sfiorare ad un altro e trasformarlo in un poliamore delle materie prime.

I suoi piatti sono sicuramente più belli dei quadri alle pareti. Fanno fare domande non solo guardandoli ma sopratutto degustandoli.

Non ti aspetti e ti meravigli.

E’ un percorso di 4 o di 6 o di 9 portate (40 € – 60 € – 90 € ) ma ognuna è un viaggio a sé.

Una carta dei vini non convenzionale non classica, direi artistica. Non poteva che essere così.

Si mangia con le mani il cervello fritto, ci si succhia l’indice il pollice, si fa la scarpetta nel sangue con una naturalezza animale. Olio di oliva nei dolci, brandelli di carne in mano da mangiare con la testa all’indietro, infuso di olive verdi appena raccolte a bagnare ravioli e gamberi. Pesce crudo carne cruda tutto toccato dalla sorpresa.

Una sala tavolo di piatti quadri. Arte.

Non c’è prologo scritto. Ogni piatto ci viene descritto direttamente da lui prima della degustazione e dopo la degustazione…indovinate il perché.

E’ un gioco. Un luna park dei sapori. Una cucina divertente. Alcuni piatti arrivano come quel coso che esce dalle scatole a sorpresa.

E noi si ride godendo. Metti in bocca, mastichi una volta, ti fermi e pensi.

La sua cucina arriva dove lui la vuole far arrivare seguendo logiche illogiche solo per chi non le degusta, seguendo un percorso di un tempo quasi contadino di mani sole acqua. Natura. Terra.

Musicalmente un Franco Battiato della cucina, ogni canzone non te l’aspetti, i suoi piatti diventano uno Shock in My Town che non può che impreziosire di alternatività la mia città.

Sicuramente impreziosirà di sorpresa la vostra serata e ancora di più il vostro modo di concepire una cena.

Imbuto in bocca Cristiano vi aspetta.

di Riccardo Franchini

.

VEDI FOTO

seguimi_su_facebook_logo

imbuto1

imbuto2

imbuto5

imbuto6

imbuto7

imbuto8

imbuto9

imbuto10

imbuto12

imbuto14

imbuto16

imbuto18

imbuto20

imbuto23

imbuto26

imbuto30

imbuto31

imbuto60

imbuto65

imbuto70

imbuto80

imbuto91

imbuto93

imbuto96

imbuto98

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...