Ristorante Al Corso. Lucca

Ristorante Al Corso Indirizzo: Corso G. Garibaldi 139,55100 Lucca Telefono:0583 057069

In un Mercoledì sera di fredda passeggiata ci porgiamo una domanda per l’ora di cena.

Carne o pesce stasera?

Semplice.

Andiamo in un Ristorante dove il menù offre entrambe le degustazioni.

Passeggiata e aperitivo in city e poi arriviamo al Ristorante Al Corso.

Entriamo.

Tavolo d’angolo che vede tutta la sala.

Specchio, nocciola, luci in barattolo, vini, i primi sguardi.

Il giovane proprietario che cura  sala, cliente e menù.

Ottimo.

Menù in tavola. Carta dei vini in tavola.

Vini che fanno il giro dell’Italia anche con grandi etichette. (Da 16 €) Possibilità anche del vino della casa.

Menù stuzzicante di carne e di pesce con prezzi da 8 a 16 € per le portate.

Dessert 5 €.

Carne o Pesce?

Dieci minuti a pensare poi una voce….fuori menù abbiamo dei tagliolini al tartufo (12 €).  Scelta fatta.

In abbinamento optiamo per un percorso di degustazione di tre tartare di manzo (12 €).

Vino Tenuta Lenzini (Casa e Chiesa), amo il profumo di questo vino, meno la Chiesa e la Casa.

E il vino va, assaggio approvato e primo sorso andato.

La sala va riempendosi.

Coppie.

Storie a tre una sempre allegra una sempre meno.

Padre, figlia e scuola.

La tavolata. 10-15 persone per un giorno da festeggiare.

Mini uomini e mini donne. Brufoli specchiati nei cellulari loro, tacco dodici e labbra rosse specchiate nei cellulari le altre.

Bella atmosfera giovane per essere un Mercoledì sera.

Ma torniamo al nostro tavolo.

Due foto ed ecco la degustazione di tartare.

Pietra lavica.  Il rosso della carne.

Capperi e cipolle di tropea, cacio e pere,  lardo e noci.

Tre variabili a cappello sopra la carne.

Ottima focaccia calda ad accompagnare.

Vino rosso a completare e contemplare la degustazione.

Tre tartare da godersi con calma, tanto non freddano…ed è bello e gustoso scaldare la carne con il vino rosso.

Accompagnamenti logici che amplificano la carne.

Ottima degustazione.

Intanto in sala è tempo di brindisi.

Ghiaccio, bollicine e cin cin.

Pesce in bella vista davanti a noi.

Ma non c’è tempo per gli altri e per il pesce.

E’ tempo di noi, lo afferma il profumo di tartufo.

In tavola

Piatto bianco, bella spolverata di tartufo nero e sotto un tagliolino cottura perfetta e olio ad illuminare.

E’ sempre stuzzicante mordere la scaglia di tartufo è una sensazione al dente unica e particolare.

La morbidezza del tagliolino, l’olio a renderla leggermente cremosa, il crac e la spigolatura del tartufo.

Casa e Chiesa che trovano un senso nella vita con la tartare prima e con il tagliolino ora. Ottimo Lenzini.

Piatto bianco appena unto. Tagliolino finito.

Anzi scarpetta.

Momento dessert.

Budino alla crema di pistacchio e cioccolato. Crema di  mascarpone e fragole.

Due cannoli graditi omaggi della cucina.

Freschi deliziosi goduti.

Ultimo cin cin di vino rosso.

Porta alle spalle.

E se ho scritto ovviamente ho goduto.

di Riccardo Franchini

1

3

4

5

5b

6

7

8

9

10

11

12

13

14

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...