Osteria Il Fischietto. Livorno

Osteria Fischietto Via Goito 40, 57100 Livorno, Italia Tel. +39 (0)329 3107324

CLICCA QUI E SEGUIMI

Livorno. Fra appartamenti parcheggi, dietro siepi che lasciano intravedere luci, si trova Il Fischietto. Prenotazione per le ore 22.00 di un sabato sera. In cielo alieni illuminano il nero.

Persone in piedi, ritrovo di amici, polpi sdraiati in vassoi, baccalà fritti, piatti di spaghetti che “zighezzagano” in equilibro sopra mani e braccia tatuate di Che.

Osteria piena, anzi c’è proprio la coda di chi fissa il tavolino al ponce.

Internamente l’osteria è “livornese”, folcloristica, colorata, urlante con nuvolette fumettistiche di “de” sopra le teste dei commensali. Panche di legno.

Esternamente, siamo ai bordi di un appartamento con siepe che ci divide dalla strada.

Appartamenti contro il nero del cielo.

Può sembrare un panorama triste ma qui fra le persone in coda le urla le luci e pesci volanti fritti fumanti incastrati in spaghetti, diventa folcloristico e particolare. Diventa “livornesità”.

Noi fuori.

Panca a muro, tavolino con carta, bicchieri da vino osteria.

Seduti.

“Maitre di sala” livornese nell’anima e nell’aspetto, sorridente, battuta pronta, allegro e divertito (a Livorno devo sempre trovare un cameriere triste) si mette seduto sulla panca accanto a noi.

“dè che vi porto bimbi, di vino volete il fiasco bianco?”

“da mangià che vi porto”

“di bono ciò zuppetta di moscardini con la polenta bella piccantina spaghettini ai bianchetti top baccalà fritto totani fritti…..” e continua la lista dei pesci che hanno dato un senso alla loro morte.

La nostra risposta è come sempre semplice.

“portaci un paio di portate a testa di quello che è buono”

In sala la musica si alza, camerieri e proprietario applaudono tutti assieme. Dolce. Qualcuno è più vecchio.

Le “iene” al cancellino pedonale continuano a puntare ponce finiti in cerca di panche libere.

Gambe tatuate e infradito, anelli al naso anelli al collo rasta colori. Spettacolo.

Noi lucchesi siamo i diversi.

Amo la fantasia amo chi si esprime attraverso il suo corpo.

Fiasco di vino in tavola.

Noci da spaccare come entrée.

Primo cin cin che come è sempre è per la “donna”….(topa si poteva scrivere?)…un omaggio alle donne che ci fanno compagnia.

La serata è cominciata alle 18 con aperitivi vari. Mojito Tennent’s Vino tutti in locali diversi tutti con vista mare. Ora vista apppartamenti. La serata è “strallegra”, passasse un funerale gli offriremmo da bere un bicchierino di vino…, gli argomenti della serata sono quelli per cui si vive:

Sesso

Amore

Viaggi

Sceglietene due e il terzo sparisce dalla vostra vita….difficile eh…

La zuppetta di moscardini cacciuccata con polenta fritta ci toglie di testa i “sensi della vita”.

A ruota tutti gli altri piatti… gustosi da osteria saporiti serviti sempre con sorrisi divertimento e battute.

Due ore di pesce e vino bianco seduti in panca davanti ad appartamenti con panni stesi.

Un po’ Ovosodo. Divertente.

Dopo mezzanotte ovviamente è il momento dessert.

Amanti dei vizi e della gola da soddisfare.

Soddisfatti.

Siamo a Livorno poteva mancare il ponce?

E vai di ponce.

Ponce e parole e sono le 01.30. Anche le iene hanno finito il pasto.

Ormai le sedie sono a testa in giù.

Conto alla cassa.

19 € a testa. Solo a Livorno.

Vedi le  Foto

CLICCA QUI E SEGUIMI

di Riccardo Franchini

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. vikibaum ha detto:

    livorno????qui gioco in casa….ciaoooo

    Mi piace

  2. Riccardo Franchini ha detto:

    Perfetto…fammi sapere

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...