Pizzeria Donna Sofia. Lucca

Pizzeria Donna Sofia Indirizzo: via Sarzanese 55, cap 55100 Lucca Tel 0583510239

Ristorante Pizzeria Donna Sofia. Ristorante di specialità napoletane in prevalenza di mare e pizzeria napoletana ovviamente con forno a legna.

Chi da un po’ legge le mie parole sa benissimo che non amo i ristoranti che fanno pizzeria e quando vado è esclusivamente per assaggiare una pizza.

Non amo mangiare un crudo di mare con accanto uno che mangia un calzone.

Non lo farò mai.

Il ristorante Donna Sofia gestione completamente napoletana DOC è aperto da appena una settimana in una delle vie più trafficate della periferia di Lucca, la location e le gestioni sbagliate hanno fatto vittime nel passato e molti ristoranti hanno lasciato qui la loro croce.

Vediamo se portiamo fortuna. Prenotiamo per le ore 20.45. Arriviamo alle ore 20.45.

E’ un lunedì sera il locale è completamente pieno. Partenza quindi con il botto altro che croce.

Non entriamo dentro il ristorante ma ci accomodiamo direttamente sul retro siepe ombrelloni e cemento.

Esternamente semplice.

Intorno appartamenti e panni stesi. Siamo su cemento. Siepe di contorno. Ombrelloni bianchi sopra testa barattoli di pomodoro come luce zanzare che danzano intorno.

Menù in tavola.

Prendiamo in considerazione il menù pizzeria. (pizze da 5 a 9 €)

Ingredienti napoletani. Varietà nella scelta senza ricercare abbinamenti gourmet ma solo abbinamenti che valorizzano le materie prime classiche che sicuramente non mancano in terra napoletana.

Come birre offrono birre alla spina bionda e rossa. (2.50 € la piccola – 4.50 € la media)

Ordiniamo.

Pizza bianca di mozzarella rucola e pomodori pachino. Calzone ai quattro formaggi con sopra crudo parmigiano e rucola. Due birre. Piccola e media.

Servizio semplice e veloce.

Intorno.

La clientela è variegata.

All’interno del locale compleanni bambini con famiglie al seguito.

Non auguro a nessuno compleanni bambini quando siamo a cena.

Scappano sempre dalle loro sedie.

Chi corre chi suda chi piange chi vegeta chi picchia chi le prende chi è rosso chi casca. Poi urli improvvisi. Dei bambini. Delle mamme. Le mamme fanno a gara a chi urla di più per far capire che loro si preoccupano di più.

E’ tutta una gara è tutta una corsa. Fateli a casa i compleanni. Anzi non fate figli.

In tavola arriva la piccola bionda e la media. Le birre.

Cin cin al lunedì sera.

Accanto a noi una coppia cozza di antipasto. Con birra e acqua. Cozza anche l’abbinamento.

Dietro di noi sei nonne uscite dalla tv della cucina si sono cambiate e imparucchiate il sabato precedente. Per loro cena di pesce e racconti delle vacanze appena fatte a veder madonne e santi. I mariti se non sono di morte sono di briscola.

In tavola.

Arrivano le pizze. Anzi pizza e calzone “siluro”.

La pizza bella a vedersi. Bianca, mozzarella a pezzi, pomodori rosso vivo. Bordo alto bruciacchiato dal forno a legna in maniera perfetta. Morbida soffice. Alla gola. Buona! Buona da sopportare il compleanno bambino.

Il calzone a forma di siluro offre un buon prosciutto crudo adagiato una cottura anche in questo caso perfetta e un interno ai quattro formaggi con gorgonzola a stuzzicare il tutto. Buono! Buono da sopportare le mamme isteriche.

La birra si sposa con loro due e sicuramente è un matrimonio migliore di quello con la cozza.

Le nonne sono di orzo. Noi siamo al conto.

13 € a persona. Pizza sicuramente da provare.

VEDI LE FOTO

di Riccardo Franchini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...