Ristorante Lunasia. Tirrenia

Chef Luca Landi si è Trasferito in Piazza Massimo D’Azeglio, 1, 55049 Viareggio LU – Con un nuovo Ristorante 

Immerso in un giardino inaspettato.

Locale moderno. Vetri. Circolare. Riflessi. Colori. Marmo.

Tavolo. Bianco. Colori. Elegantemente semplice. Candela.

Menù Sublimazione Chef Luca Landi.

Diciotto portate.

Creatività positività dell’azzardo.

Non possiamo giudicare. Possiamo solo goderne con i tempi di degustazione giusti.

Degustare e ascoltare la voce delle sensazioni offerte.

Sorprende. Si rimane affascinati.

Eleganza fantasia arte è quello che abbiamo dinnanzi ai nostri occhi.

Scoperta sorpresa angoli inaspettati di sapori dentro la nostra bocca.

Contrasti affascinanti.

Divertente.

Sala preparata. Attenta. Mette subito a proprio agio.

Intorno a noi clientela internazionale.

La nostra degustazione?

Eccola.

Vini.

Nature Classico Marchesi Antinori e un Vermentino di Bolgheri Guado al Tasso.

Pane.

Creato dagli Chef.  Pane al miele focacce grissini. Superlativi. Degustazione olio a nostra scelta con pane integrale. Il tutto potrebbe essere già una cena completa.

Menù.

Sono state servite diciotto portate. Tutte non me le ricordo ma quasi tutte le ho fotografate.

Non sono un professionista.

Bere e ricordare non vanno molto d’accordo.

Gli Elementi in Aperitivo”:

Metallo  – L’acre – Muggine in carpione marinato, con mousse di yogurt e curry;

Terra  – Il dolce – Gelato di aji amarillo e gambero con chips di radici di barbabietola e carote;

Acqua – Il salato – Chips di sale marino con granita di ostriche e mousse di alici;

Legno – L’acido – Biscotto di cozze con gelatina di scapece insieme a cozze fritte in “pane panko”  (pangrattato Giapponese) e paprika;

Fuoco  L’amaro – Salsicce di tonno con salsa barbecue “kumquat” (mandarino Cinese) e mela verde.

Per proseguire poi con  “Mangia e Bevi”:

Gelato di riccio con cono di semi di papavero;

Elisir in fialetta di sake, frutto della passione, schiuma di cerfoglio e prosecco.

Provocazione dell’orto e il crudo di mare – Palamita con salsa di lime, branzino con alga in gelatina, scampo con salsa di mela, seppia con salsa di ceviche, capasanta  con gelato alla cipolla rossa e crema di ortiche, insalata frutta e verdura con gelatine (zenzero e carote – sedano e mela);

Triglia di scoglio farcita con olive dolci in salamoia, “foie gras” (fegato grasso) scaloppato e aria di “kumquat” (mandarino Cinese);

Tagliolini fatti in Casa, con farine integrali selezionate, e un condimento di ricci di mare, menta, aglio nero e mandorle;

Fine della prima bottiglia … e i ricordi … se ne vanno.

Le mani però continuavano a muoversi ecco le altre portate.

Lo Chef viene al tavolo e ci presenta con passione le sue opere d’arte.

Alcuni piatti sono creati in sala con la “cucina mobile” come da scuola ricevuta.

Non sono cene sono esperienze. Da fare.

Siamo gli ultimi ad andare via. Ce la siamo goduta fino a che abbiamo potuto.

Una degustazione durata dalle ore 21.00 alle 0re 02.00.

Poche cose fanno emozionare per cinque ore consecutive.

Prezzo Menù Sublimazione 120 € a persona più i vini.

VEDI LE FOTO

di Riccardo Franchini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...